Morbidelli 125

Paolo Pileri 1975 Campione del Mondo

Il ricordo più glorioso di un grande campione, di un grande amico,
una persona speciale... Paolo Pileri.
Genesio Bevilacqua

Telaio

Doppia culla a tubi tondi al cromo-molibdeno con Forcellone tubolare oscillante a doppio ammortizzatore Marzocchi

Motore

Bicilindrico 2t in linea inclinato di 45° 124,1 cc aspirazione a disco rotante alimentato da due carburatori Mikuni da 32 mm
Potenza massima: 38 cv a 14.000 rpm

Sospensione anteriore

Forcella tele idraulica Marzocchi da 30 mm

Freno Anteriore

A doppio disco Zanzani da 220 mm con pinza Mozzi motor Bernard

Il ricordo più glorioso di un grande campione, di un grande amico,
una persona speciale... Paolo Pileri.
Genesio Bevilacqua

Telaio

Doppia culla a tubi tondi al cromo-molibdeno con Forcellone tubolare oscillante a doppio ammortizzatore Marzocchi

Motore

Bicilindrico 2t in linea inclinato di 45° 124,1 cc aspirazione a disco rotante alimentato da due carburatori Mikuni da 32 mm
Potenza massima: 38 cv a 14.000 rpm

Morbidelli 125 Paolo Pileri 1975 Campione del Mondo

Sospensione anteriore

Forcella tele idraulica Marzocchi da 30 mm

Freno Anteriore

A doppio disco Zanzani da 220 mm con pinza Mozzi motor Bernard

Scheda Tecnica

Motore:

bicilindrico a due tempi

Alesaggio x corsa:

43,9×41 mm

Cilindrata:

124,1 cc

Ammissione:

a dischi rotanti

Rapporto di compressione:

15,5:1

Raffreddamento:

a liquido

Alimentazione con carburatori:

Dell’Orto SS da 27 mm

Trasmissione primaria:

ad ingranaggi

Trasmissione secondaria:

a catena

Frizione:

a dischi multipli a secco

Cambio:

a sei rapporti

Potenza:

42 HP a 14.000 gg/m’

Telaio:

a doppia culla in tubi

Sospensione anteriore:

forcella telescopica Marzocchi da 30 mm

Sospensione posteriore:

due ammortizzatori Marzocchi

Freno anteriore:

Scarab a doppio disco da 215 mm

Freno posteriore:

disco singolo da 215 mm

Pneumatici:

Michelin

Ruote:

in magnesio da 18″

Image

"Una moto testimone di un’impresa impossibile, Davide contro Golia, ovvero Pesaro contro il Giappone. Ma anche il ricordo, glorioso, di un grande campione e un grande amico, Paolo Pileri."